Ihre Browserversion ist veraltet und wird nicht länger unterstützt. Bitte aktualisieren Sie Ihren Browser.

L'ulteriore validità dell'aliquota speciale IVA

Berna, 25.04.2017

Presentando due proposte, la Commissione dell’economia e dei tributi CET-CS si limita a consigliare al Consiglio degli Stati di prorogare di 10 oppure soltanto di 3 anni la validità dell’aliquota speciale IVA per il settore della ricettività. hotelleriesuisse si appella ora al Consiglio nazionale perché durante la sessione speciale si pronunci in favore dell’applicabilità permanente dell’aliquota speciale.

Nel settore turistico, così sensibile sotto il profilo dei prezzi, l’aliquota speciale per prestazioni alberghiere promuove la competitività internazionale della Svizzera. L’albergheria è l’unico set-tore d’esportazione ad essere soggetto all’IVA. L’aliquota speciale del 3,8 per cento risulta per-ciò in un importante sgravio dei costi per gli albergatori che, quale settore d’esportazione legato al territorio, sono costretti ad acquistare a prezzi indigeni e a vendere a prezzi esteri. Già oggi 25 dei 28 stati UE applicano un’aliquota speciale IVA per il settore alberghiero.

Dal 1996 la validità dell’aliquota speciale è stata prorogata ben quattro volte. L’ancoraggio defi-nitivo dell’aliquota speciale IVA offrirebbe al settore la tanto attesa certezza di pianificazione senza comportare perdite d'imposta per la Confederazione. La sola proroga dell’aliquota spe-ciale di 10 oppure addirittura soltanto di 3 anni, significa invece rinviare il problema alle calende greche. Se in futuro incomberà nuovamente il pericolo di un aumento dell’IVA, si userà già oggi cautela negli investimenti. Ai fini della competitività internazionale urge dunque l’ancoraggio permanente dell’aliquota speciale in Svizzera.

Indietro alla panoramica