Ihre Browserversion ist veraltet und wird nicht länger unterstützt. Bitte aktualisieren Sie Ihren Browser.

MILESTONE 2015: Premiate innovazioni di spessore nel settore turistico

Berna, 03.11.2015

In data odierna, 3 novembre 2015, al Kursaal di Berna sono stati annunciati e insigniti del MILESTONE 2015 i vincitori nelle quattro categorie «Premio nuove leve», «Progetto eccellente », «Premio ambiente» e «Opera di una vita». L’ambito premio del turismo onora prestazioni eccellenti e personalità di spicco del turismo svizzero. I vincitori provengono dal Vallese, dal Vodese e dalla Svizzera centrale.

Per la sedicesima volta oltre 600 responsabili decisionali del mondo turistico, economico e politico si sono dati appuntamento al Kursaal di Berna per celebrare i vincitori del MILESTONE. Anche quest’anno, il programma della serata è stato moderato da Rainer Maria Salzgeber. Il «MILESTONE. Premio del turismo svizzero» è conferito dalla htr hotel revue e da hotelleriesuisse, gode del sostegno della SECO nell'ambito del programma di promozione Innotour ed è patrocinato dalla Federazione svizzera del turismo. Inoltre, MILESTONE è sostenuto dall’Ecole hotelière de Lausanne e da HOTELA come partner dell’evento.

Primo premio «Progetto eccellente»: 150° anniversario della prima scalata del Cervino
Rappresentato da: Daniel Luggen 150 Jahre Erstbesteigung Matterhorn Il 14 luglio 1865 il Cervino venne conquistato per la prima volta. La scalata e la tragedia durantela discesa resero Zermatt di colpo famosa in tutto il mondo e diedero avvio al turismo nella regione. Zermatt ha festeggiato l’anniversario storico con progetti volti a esplicare un effetto sostenibile sull’offerta della destinazione. Ad esempio formando cordate interne che legheranno partner esterni a Zermatt nel lungo termine – una formidabile impresa globale di tutti gli operatori. «Il progetto è attuato con cura, si distingue per la straordinaria messa in scena con sfondo storico, trascende i confini e ha un grande potenziale», si complimenta la giuria.

2° posto «Progetto Eccellente»: Grand Tour of Switzerland
Rappresentata da: Jürg Schmid, direttore Svizzera Turismo e Martin Sturzenegger, presidente associazione Grand Tour of Switzerland Nel Grand Tour of Switzerland il viaggio è la meta. ll viaggio di 1'600 chilometri alla scoperta della Svizzera – attraverso quattro regioni linguistiche e cinque passi alpini – conduce a 11 siti patrimonio mondiale UNESCO nonché a due biosfere e costeggia 22 laghi. All’ospite motorizzato, le esperienze paesaggistiche, culturali e storiche si presentano come perle infilate su una collana. Il progetto si prefigge lo sviluppo nel lungo termine di questo nuovo itinerario e il posizionamentodella Svizzera come esperienza “carrozzabile” ricca di highlight «on the road». Per la giuria, il Grand Tour s'impone come «potente motore trainante che funge da modello per l’efficace commercializzazione di una destinazione che coinvolge anche località di minori dimensioni».

3 posto «Progetto Eccellente»: Montagne Alternative Find your Nature
Rappresentato da: Benoit Greindl, Montagne Alternative Il paesino di lodge Montagne Alternative nel cuore delle Alpi vallesane offre soprattutto alle aziende una nuova alternativa nel segmento MICE. Immersi nella quiete della natura, in solai rinnovati dal design moderno, gli ospiti si godono il comfort del presente e lo charme rustico del passato. Il team intrattiene gli ospiti con divertenti aneddoti e storielle del casale creando così un contesto molto suggestivo. La giuria è convinta «che l’iniziativa lodge stia dando vita a un ambiente autentico che consente all’ospite di vivere un’esperienza unica». Adagiato armoniosamente nel paesaggio, il paesino lodge arricchisce l’offerta turistica dell’intera regione.

«Premio ambiente»: Freizeitpark SwissHoliday Park nel 2015 a impatto zero
Rappresentato da: Walter Trösch, Swiss Holiday Park AGDal 2006 lo Swiss Holiday Park sta ottimizzando il proprio bilancio ecologico. La strategia èstata adeguata e concretizzata ai sensi della sostenibilità, ad esempio mediante l’utilizzonell’intero impianto di corrente ecologica derivante al 100 per cento da energia idraulica nonchéattraverso l’accordo CO2 con la Confederazione, una stazione di rifornimento elettrico e la certificazioneGreen Globe. Anche per il Comune queste innovazioni ecologiche sono vantaggiose, per esempio ai fini dell’approvvigionamento di corrente elettrica. La giuria si dice impressionata dalla strategia ambientale globale che lo Swiss Holiday Park persegue con coerenza da anni e che, a tale proposito, ambisce persino a standard di livello internazionale.

«Premio nuove leve»: Elâ Borschberg, Yannick Passas e Guillaume Luyet, fondatori di Ta Cave Sàrl, Losanna
Con Ta Cave Sàrl, Elâ Borschberg e Yannick Passas, diplomati della scuola alberghiera superiore di Losanna, e Guillaume Luyet, enologo, hanno realizzato un concetto di wine bar degno di grande lode. La giuria è entusiasta dell’innovativo sistema di finanziamento che, grazie all’adesione, si traduce in una fidelizzazione emozionale della cliente e alimenta gli affari. Ricorrendo al crowdfunding, i mezzi finanziari sono stati raccolti in breve tempo. Per la giuria un successo imprenditoriale notevole.

«Opera di una vita»: Léonard Gianadda
Nella sua movimentata vita, Léonard Gianadda era ed è molto: ingegnere, giornalista, artista e mecenate stimato e onorato in tutto il mondo. Nel 1976, in memoria di Pierre, suo fratello deceduto, aveva fondato la Fondation Pierre Gianadda che venne aperta nel 1978. Da allora, ogni anno tre mostre permanenti nonché spettacolari mostre itineranti fanno giungere a Martigny migliaia di appassionati d’arte. Grazie al respiro internazionale e alla fama d’eccellenza, dal 1978 ben 6,7 milioni di ospiti hanno visitato la Fondazione e il parco delle sculture. Per la giuria, l’opera della vita di Léonard Gianadda – la Fondation Pierre Gianadda – è «un luminosissimo faro del turismo dall’attrazione sovraregionale». Per il suo instancabile impegno e per i suoi sforzi di promozione delle belle arti, Léonard Gianadda ha ricevuto numerosi riconoscimenti. Fra cui: ordini al merito della Francia e dell’Italia, Legion d’onore, cavaliere dell'ordine delle arti e delle lettere. Inoltre è stimato membro di celebri fondazioni d’ar e in Svizzera, Francia e in Italia.

Indietro alla panoramica