Ihre Browserversion ist veraltet und wird nicht länger unterstützt. Bitte aktualisieren Sie Ihren Browser.

IIM: attuazione nel rispetto delle peculiarità del settore alberghiero

Berna, 11.02.2015

Con rammarico, hotelleriesuisse ha preso atto della proposta del Consiglio federale per l'attuazione dell'Iniziativa contro l'immigrazione di massa (IIM). L'associazione si oppone al contingentamento dei dimoranti temporanei con permessi di quattro o più mesi, ritenendolo opportuno solo per i permessi di oltre dodici mesi. Per hotelleriesuisse, l'attuazione dell'iniziativa deve essere compatibile con il proseguimento e lo sviluppo della via bilaterale e presentare meno ostacoli burocratici possibili.

hotelleriesuisse esprimerà il proprio parere dopo accurato esame della proposta. Lo spazio UE/AELS è un mercato importante per il reclutamento di forza lavoro specializzata destinata al settore alberghiero e gastronomico svizzero. Il settore presenta la quota più alta di occupati provenienti dall'UE, la quota di stranieri supera il 43% (economia totale: 24%). Considerato l'elevato grado di servizio, il fabbisogno intensivo di personale può essere compensato solo limitatamente attraverso l'automazione o l'incremento della produttività. Perciò, il futuro del settore della ricettività dipende enormemente dalla continua e sufficiente disponibilità di collaboratori per ogni livello di qualifica.

Considerazione degli accordi bilaterali e contingentamento oculato

hotelleriesuisse invoca un'attuazione dell'iniziativa che garantisca il mantenimento degli accordi bilaterali, in particolare dell'accordo sulla libera circolazione delle persone, di importanza cruciale per il settore. Inoltre, il contingentamento dei dimoranti temporanei dovrebbe attuarsi solo per soggiorni a partire da un anno. Quello dei dimoranti temporanei con permessi a partire da quattro mesi non è conciliabile con la realtà del settore, a causa della diversa durata delle stagioni delle regioni turistiche, e danneggerebbe l'economia delle aree montane. I contingenti potrebbero essere eventualmente abbinanti a una clausola di salvaguardia, che li farebbe scattare solo nel caso in cui l'immigrazione netta superasse un limite massimo stabilito.

Permesso di dimora senza ostacoli amministrativi

Per i soggiorni contingentati si auspica una procedura di autorizzazione mirata, efficiente ed economica. Per i settori soggetti a contratto collettivo di lavoro dichiarato di obbligatorietà generale, si richiede che le condizioni salariali e di lavoro non siano controllate precedentemente alla concessione dell'autorizzazione, poiché queste sono già concordate tra le parti sociali nel contratto.

L'accettazione dell'iniziativa popolare pone il settore davanti a sfide considerevoli. L'industria alberghiera si impegna da anni per un migliore sfruttamento del potenziale nazionale di forza lavoro (specializzata) e attua programmi innovativi e misure di promozione per la formazione professionale (continua) e l'integrazione. hotelleriesuisse intende proseguire questa strategia.

Indietro alla panoramica